Chi deve provvedere alla manutenzione?

Nel caso di unità immobiliari con impianti termici individuali -35 kW- la manutenzione spetta all'occupante a qualsiasi titolo (proprietario, inquilino, ecc.).
Negli edifici dotati di impianti termici centralizzati, all’amministratore di condominio.

 

Chi esegue la manutenzione?

Per le operazioni di controllo e/o di manutenzione si deve incaricare un operatore qualificato, in possesso dei requisiti previsti dalle norme di sicurezza degli impianti - Legge 46/90

 

Quando eseguire la manutenzione?

La manutenzione degli impianti termici può essere effettuata in qualunque momento dell'anno. E' preferibile evitare il periodo immediatamente precedente all’accensione delle caldaie per non rischiare lunghe attese.

 

Libretto e rapporto di prova

Al termine delle operazioni di controllo e/o manutenzione l’operatore incaricato è tenuto alla compilazione del “libretto di impianto” nonché al rilascio (con timbro e firma) del Rapporto di Controllo Tecnico o “allegato H” nel quale sono indicate le condizioni dell’impianto e le eventuali prescrizioni da osservare per un suo funzionamento sicuro e corretto.
Ricorda che una copia del Rapporto di Controllo Tecnico deve essere allegata al libretto per i successivi controlli.

 

Il contratto di manutenzione programmata

Per agevolare tutti coloro che devono far eseguire la manutenzione del proprio impianto autonomo, la TermoService offre un servizio di assistenza e manutenzione programmata mediante un contratto di abbonamento di durata biennale che comprende tutte le verifiche ed i controlli previsti dalle normative vigenti. Sottoscrivere il contratto significa avere la garanzia che tutti i controlli previsti vengano effettuati regolarmente e senza bisogno di prenotarsi per tempo.

 

Verifiche

La Provincia e il Comune di Perugia effettueranno verifiche sulla sicurezza e la corretta funzionalità dell’impianto rilevando tra l’altro il rispetto del valore minimo del rendimento di combustione.

 

Terzo responsabile

Per "terzo responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto termico" si intende la persona fisica o giuridica che, essendo in possesso dei requisiti previsti dalle normative vigenti e comunque di idonea capacità tecnica, economica, organizzativa, è delegata dal proprietario ad assumere la responsabilità dell'esercizio, della manutenzione e dell'adozione delle misure necessarie al contenimento dei consumi energetici.

 

Controllo o manutenzione

L'impianto deve essere sottoposto annualmente ad un controllo sulla base del quale il tecnico incaricato stabilirà la eventuale necessità di più approfondite operazioni di manutenzione. Tutte queste operazioni devono essere eseguite in conformità alle istruzioni elaborate dal costruttore dell'impianto e, comunque, facendo riferimento a quanto riportato sul Rapporto di Controllo Tecnico che il tecnico deve rilasciare alla fine dell'intervento.

 

Libretto d'impianto e libretto di centrale

Gli impianti termici con potenza nominale superiore o uguale a 35 kW devono essere muniti di un “libretto di centrale”, mentre gli impianti termici con potenza nominale inferiore a 35 kW devono essere muniti di un “libretto di impianto”. La compilazione iniziale del libretto nonché la compilazione per le verifiche periodiche previste dal regolamento deve essere effettuata dal responsabile dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico.

 

A chi affidarsi per effettuare la manutenzione del proprio impianto termico?

  • E' obbligatorio rivolgersi sempre e per qualsiasi esigenza a personale specializzato ed abilitato, stando alla larga da chi si improvvisa tale, perché con la sicurezza non si scherza!
  • Per effettuare la manutenzione periodica è necessario affidarsi a ditte che possiedono i requisiti tecnico-professionali previsti dalla legge n. 46/90.
  • L'operatore che esegue la manutenzione periodica ha l'obbligo di rilasciare un rapporto di controllo tecnico, denominato “allegato H”, debitamente compilato e firmato nel quale l'operatore specifica i risultati di tutta una serie di controlli tecnici eseguiti sull'impianto che possono dar luogo ad osservazioni, raccomandazioni o prescrizioni da mettere in pratica per un corretto uso dell'impianto termico.
  • Il rapporto di controllo tecnico deve essere firmato per ricevuta dal responsabile dell'impianto e conservato allegandolo al libretto di impianto o di centrale.

 

E' obbligatorio il Libretto di impianto di condizionamento?

Il Libretto di impianto di condizionamento (introdotto con il D.P.R. n. 147 del 15 febbraio 2006) è obbligatorio solo per impianti contenenti gas refrigerante in quantità uguale o superiore a 3 kg.

Questo vuol dire, per esempio, che se hai un impianto con una macchina esterna e tre macchine interne (trial), il tuo impianto potrebbe già rientrare fra quelli che hanno l'obbligatorietà del libretto.

Share by: